Edilizia, dopo boom nuovo calo in Aa

Dopo il boom del primo semestre 2017, cala l'attività edilizia in Alto Adige tornando ai valori medi degli ultimi 5 anni. Il dato emerge dallo studio Astat. L'Istituto provinciale di statistica rende noto che durante il primo semestre del 2018 sono stati emessi dai Comuni dell'Alto Adige permessi di costruzione per una cubatura complessiva di 1.571 mila metri cubi, con una diminuzione del 34,7% rispetto allo stesso periodo del 2017. Il dato complessivo è determinato sia dal settore non residenziale (1.010 mila metri cubi, -21,1%), che da quello residenziale (560 mila metri cubi, -50,1%). Anche le opere ultimate calano del 28,1%. Da sottolineare che nel primo semestre dell'anno scorso l'attività edilizia aveva vissuto un vero e proprio boom, dunque il calo è da considerare sostanzialmente fisiologico. Il dato attuale relativo ai permessi di costruzione e alle opere ultimate, infatti, si è riportato in linea con il valore medio degli ultimi 5 anni.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Messaggero Veneto
  2. Il Dolomiti
  3. L'Adige

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Marebbe

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...